giovedì 19 novembre 2015

frittelle di cavolfiore e' zeppulelle





















siamo arrivati al 19 del mese
si rinnova l'appuntamento con Cucina e territorio
per il mese di novembre abbiamo pensato a
L'orto di Novembre
vediamo cosa ci regalano le altre regioni
Alessandra Terrina di patate, cipolle e cardoncelli
Silvia: riso e invidia
Nadina: pasta con cavolfiore alla Lucana
Giovanna:broccoli  affogati
Paola: io con frittelle di cavolfiore
questa è una ricetta povera
si possono usare verdure diverse
vediamo cosa occorre
500 gr di farina 00
1/2 pezzetto di lievito di birra
sale q.b.
1/2 cavolfiore
1 bicchiere di acqua
io ho usato l'acqua minerale
olio per frittura
come si prepara
lessate le cime di cavolfiore
una volta cotte
scolatele
laciatele raffreddare
nel frattempo
in una ciotola capiente
mettete la farina
sciogliete il lievito nell'acqua
versatelo nella farina
impastate fino ad avere un composto senza grumi
aggiungete il sale e le cime di cavolfiore
mescolate
lasciate lievitare in un luogo caldo per 2 ore
versate in una padella abbondante olio
quando è caldo
tuffate cucchiai di composto
lasciate cuocere fino a doratura
scoaltele
appoggiatele su carta assorbente
servite calde
possono essere un ottimo arricchimento per buffet
un aperitivo,un antipasto o come contorno goloso
buon appetito



















ecco il banner di 
Cucina e territorio
le mie ricette

sabato 14 novembre 2015

torta angelica con ricotta e mele


























Le temperature lentamente si stanno abbassando
la voglia di coccole aumenta
sembra quasi che sia una proporzione matematica
più aumenta il freddo più cresce la voglia di coccole
se ne sente il bisogno anche a colazione
mi è  piaciuto tanto l'impasto dei kanelsmurrer
che ho voluto rifarlo ho però cambiato forma
ho provato di nuovo la torta angelica 
questa volta invece di aggiungere solo il cioccolato
ho aggiunto anche le mele
mai scelta fu più azzeccata
la preparazione è un tantino lunga ma ne vale la pena
ho iniziato il mattino prima, la sera ho cotto il dolce
ed al mattino era tutto pronto
ci siamo ritrovati tutti in cucina per mangiare questa delizia
mia figlia aveva un suo pezzo senza mele
chi ha accompagnato la sua fetta con una fumante tazza di tè
chi invece ha preso il latte, chi ancora solo il caffè
tutti  avevano il piattino con quella delizia
con il dolce buono che profuma di casa
mi è piaciuto tantissimo che ho fatto il bis
avrei anche approffittato ancora nel pomeriggio
ma mio figlio mi ha anticipato
davvero ottima  l'idea di aggiungere le mele
hanno reso questo goloso dolce della colazione ancora più buono
le mele hanno arricchito di sapore e di profumo
hanno regalato umidità al dolce al punto giusto
in alcuni punti lo zucchero si è caramellato
donando quella croccantezza che ha entusiasmato tutti
è finito subito e già me lo hanno richiesto
questa torta angelica con le mele ha estasiato tutti
da rifare anche perchè qui è andata a ruba
ed io penso alla mia fetta persa
per ora vi passo la ricetta al più presto la  rifarò
forse con qualche cambiamento
non ho preparato il poolish
ma ho impastato nella mdp tutto insieme
qui per vedere la ricetta con il pollish
per l'impasto ho usato
200 gr di farina Manitoba
40 gr di amido di mais
3 gr di lievito di birra disidratato
75 ml di latte tiepido
40 gr di zucchero
40 gr di burro
1 uovo non molto grande
3 gr di sale
per il ripieno
60 gr di ricotta
40 gr di zucchero
cioccolato q.b.
4 mele verdi
per la copertura
1 albume
50 gr di zucchero a velo
come si prepara
ho messo nella macchina del pane
le farine,il latte con il lievito sciolto
lo zucchero,in un angolino il sale
ho avviato il programma impasto
che dura 1 ora e 30 minuti
a metà lavorazione
ho aggiunto il burro morbido a fiocchetti
ho completato la preparazione dell'impasto
ho lasciato lievitare per 2 ore circa
ho messo l'impasto sulla tavola
ho steso con il mattarello in un rettangolo
ho coperto la pasta con  la ricotta ben stesa
ho aggiunto lo zucchero, le mele a fette
poi ho aggiunto il cioccolato a gocce o a pezzetti
ho arrotolato per il lato largo
ho tagliato il rotolo al centro per la lunghezza
ottenendo due tronchi che ho arrotolato a treccia
facendo uscire fuori il ripieno
ho chiuso la treccia  formando un cerchio
lasciato lievitare per 2 ore in luogo caldo
ho acceso il forno a 180° per 20 minuti
ho montato lo zucchero a velo e l'albume
fino ad ottenere un composto bianco
ho inserito la glassa in una siringa da pasticciere
con bocchetta sottile
e decorato la torta con la glassa bianca
coprendo tutta la superficie del dolce
ho lasciato consolidare
mentre si asciugava è venuto qualche bel topino
ed ha preso una piccola fettina pensando che non si vedesse














con questa ricetta partecipo al contest
di cultura del frumento per il Molino Chiavazza

martedì 10 novembre 2015

torta fondente di tutte mele al limoncello




la torta di mele è un dolce che mi piace
tanto in tutte le versioni
finalmente oggi dopo tante richieste 
da parte di mio marito 
ho preparato  
la torta di  tutta mele al limoncello
una torta con tantissime mele
questa è infatti la torta
tutta mele che mia figlia non mangia ma mio 
marito ama e me la chiede spesso con gli anni
ho aggiustato le dosi soprattutto di zucchero
sempre meno 
fondente perchè si scioglie in bocca 
proprio come il cioccolato
mmmmmmmmmmm,che delizia
Vediamo le dosi per 
la Torta tutta mele al limoncello
1,200 kg  di mele quelle che preferite 
io 6 grosse mele fuji 
100 gr di farina 00 il Molino Chiavazza
60 gr di amido di mais
150 gr di zucchero
questa volta 100 gr
50 ml di olio evo
4 uova
1 bicchierino di limoncello
1 bustina di lievito per dolci
preparazione
in una ciotola montate
uova e zucchero
aggiungete l'olio
continuando a montare
aggiungete
la farina,l'amido ed il lievito
aggiungete il limoncello
versate una parte di composto 
nello stampo oliato
sopra le mele
tagliate a fette sottili 
con la mandolina
versate il resto del composto
in forno a 180° per 45 minuti
sfornate,sformate
spolverizzate con scaglie di zucchero
servite 
golosissima,morbida umida al punto giusto
il limoncello dà quell'aroma di limone
che la rende super buona
lo zucchero a scaglie 
dà un contrasto morbido croccante delizioso
con queta ricetta partecipo al contest

domenica 8 novembre 2015

Kanelsnurrer per i quanti modi di fare e rifare


























finalmente questo mese sono riuscita a partecipare
ai quanti modi di fare e rifare 
è un'occasione che ti permette di imparare sempre nuove cose
preparare nuovi impasti insomma mettersi un pò in gioco
andiamo nella cucina di Ornella che sicuramente conoscete,
bellissimo il suo blog  il giardino dei sapori
io ho seguito alla lettera le sue indicazioni precise e perfette
l'impasto è venuto soffice,morbido ed è stato facile lavorarlo
tanto che non ho usato macchine ma ho impastato a mano
ho solo usato il lievito di birra disidratato invece di quello fresco
nella farcitura la ricotta invece del burro
poi ho coperto con una glassa per il resto tutto uguale






























vediamo cosa ho usato
per il poolish
150 gr di farina Manitoba
150 gr di latte
3 gr di lievito di birra disidratato
per l'impasto
420 gr di farina  Manitoba
100 gr di latte
5 gr di lievito di birra disidratato
80 gr di zucchero
80 gr di burro
1 uovo
6 gr di sale
vaniglia
per la crema
100 gr di ricotta
80 gr di zucchero
cannella in polvere q.b.
per la glassa
100 gr di zucchero a velo
2 albumi
come si prepara


















iniziamo dal lievitino la sera prima della preparazione
ho impastato con le mani la farina,il latte ed il lievito
formato un panetto
l'ho lasciato lievitare per tutta la notte in un luogo chiuso
ma bastano alcune ore circa 4
il giorno dopo ho preparato l'impasto
in una ciotola capiente  ho messo il lievitino
ho aggiunto la farina, il latte tiepido, l'uovo, il sale, lo zucchero
la vaniglia io ho usato quella in polvere
ho impastato con le mani fino ad avere in composto omogeneo
ho aggiunto il burro
ho continuato a impastare fino ad avere un panetto morbido
ho coperto e messo in luogo caldo per 3 ore
ho diviso a metà
ogni parte poi l'ho divisa in 3 parti
ho steso la prima sfoglia
ho coperto con 2 cucchiai di ricotta,
ho spolverizzato lo zucchero e cannella
ho steso la seconda sfoglia
l'ho messa sulla sfoglia coperta di ricotta
ho ripetuto ricotta-zucchero-cannella
ho steso la terza sfoglia e coperto
ho tagliato in strisce larghe un dito
ho arrotolato ogni striscia e avvolto
facendo passare il lembo finale da sotto a sopra
ho lasciato lievitare per 2 ore
in forno a 180° per 15 minuti
ho preparato l'altra metà allo stesso modo
ho montato zucchero a velo e albumi
fino ad avere una glassa bianca
che ho steso sui dolci usando una siringa
lasciato asciugare
buonissimi
ecco il banner e qui il blog

a dicembre 
con la vassilopita torta dolce di capodanno

venerdì 6 novembre 2015

torta fredda con doppia crema

























oggi un veloce dolce per festeggiare
pronto per essere portato via
capita che si voglia festeggiare ma gli impegni
non ci permettono di realizzare qualcosa di speciale
cosa fare, possiamo ricorrere agli aiuti esterni
io ho utilizzato la sfoglia Vicenzi
che è piaciuta a tutti
ho preparato la crema e assemblato il tutto
ne è venuto un bel dolce
vediamo cosa ho usato
1 confezione di pasta sfoglia Vincenzi
per la crema pasticcera
500 ml di latte
3 uova intere
4 cucchiai di farina per dolci
4 cucchiai di zucchero semolato
80 gr di nocciolata di Rigoni di Asiago
come si prepara
prepariamo la crema
in una pentola montare le uova e lo zucchero
aggiungere la farina
il latte caldo a filo
sempre mescolando
mettere sul fuoco e mescolare
dopo 10-15 minuti si sarà addensata
prendete 1/3 della crema e aggiungete la nocciolata
girate fino al completo scioglimento di tutto la nocciolata
lasciar raffreddare
assemblaggio
tagliare i bordi delle 3 sfoglie
lasciare da parte
appoggiare la prima sfoglia sul piatto da portata
versare 1/3 della crema
potete usare una siringa per dolci e formare grossi fiori
appoggiate la seconda sfoglia
altro strato di crema
terza ed ultima sfoglia
fiori di crema alla nocciolata
sbriciolate le strisce di sfoglia
attaccatele sui bordi della torta
in frigo
servite a quadrotti
con questa ricetta-idea
partecipo e festeggio insieme a lei
partecipo al giveaway della la Baita dei Dolci
giveaway1
partecipo al contest
 il mio cuore batte per .. di Rigoni di Asiago
Unknown-1

domenica 1 novembre 2015

focaccia dei morti di Romagna

ho trovato questa ricetta sul blog Catia in cucina
subito mi sono precipitata a preparare questo dolce tipico romagnolo
che non ho mai mangiato
ho apportato delle modifiche
in primis il titolo originale è la piada dei morti
ma per me la piada è sottile questa invece è alta come una focaccia
ecco perchè focaccia dei morti
ho poi indagato un pò e ho scoperto che
la ricetta originale è andata persa
la nonna romagnola
preparava questa piada o focaccia
dalla metà di ottobre a tutto novembre
aggiungeva alla farina, lo strutto
le uova, il vino sangiovese
impastava il tutto e la serviva a colazione con il latte
e a merenda con  un bicchiere di vino
io ho modificato un pò la ricetta di Catia
ho aggiunto due tipi di farine diverse
non vi sono nè uova nè strutto ma olio
ho aggiunto una mela grattugiata
 e tanta frutta secca
vediamo  cosa ho usato
per la pasta
250 gr di farina di segale
250 gr di farina per pizza
1 bustina di lievito di birra disidratato
200 gr di acqua tiepida
1 cucchiaino di zucchero
sale
per la copertura
7-8 noci
100 gr di nocciole
100 gr di uvetta
200 gr di zucchero
1/2 bicchiere di olio
1 mela grattugiata
zucchero in granella q b
come si prepara
la pasta del pane
nella macchina del pane versate le farine
il lievito, lo zucchero, il sale e l'acqua
azionate la mdp con programma impasto
dura 1ora e 30 minuti
alla fine risulta ben lievitato
aggiungete l'uvetta, la mela, l'olio, lo zucchero
impastate
fino ad amalgamare il tutto
versate l'impasto in una teglia
oliata in precedenza
la mia teglia della nonna è di cm 30
coprite la focaccia o piada
con tutta la frutta secca e lo zucchero
ho lasciato lievitare per 1 ora in forno caldo
cuocere in forno a 180° per 40 minuti
mangiata calda o fredda è buonissima
semplice e genuina ricorda la cucina contadina
semplice ma buona saporita
Buona Festa di Tutti i Santi
buona Commemorazione dei morti
con questa ricetta partecipo
inserisco la ricetta in questa raccolta regionale
 
 ed in questa raccolta regionale
6 raccolta sweet love la ragazza delle torte

dall'archivio idee adatte alla stagione

La tarte mediant

ecco ci siamo il periodo più in.... dell'anno insostenibile per alcuni, inebriante per altri incasinato,in......qui aggiungete tu...