martedì 17 dicembre 2013

farina di carruba home made
























ho comprato alla Coop le carrube 






 sono andato in giro nel web e alla fine
 ho trovato questo sito che già conoscevo e
 spiega come fare la farina di carrube in casa
vi spiego:
prendere le carrube e metterle a congelare
per 2 ore  poi farle cuocere  nel forno 200°
per 15 minuti
tagliarle a pezzi e tritarle fino a 
diventare polvere con il mixer
io ho setacciato la polvere e subito usata.
Nel tagliare a pezzi bisogna togliere i semi 
che vanno tritati a parte.
Devo anche aggiungere che quando le bacche
si raffreddano diventano dure ed è difficile
 spezzarle.
Le carrube sono dei frutti e qualcuno afferma
 che siano legumi che hanno molte proprietà, 
sono ricche di ferro e magnesio sostituiscono
il cacao e possono sostituire(non so come)lo 
zucchero
i semi invece  tritati in farina sono
 addensanti,quest'estate l'ho usata per
addensare i gelati è risultata ottima.
Chiudendo il barattolo con un grosso tappo 
di sughero e qualche fiocchetto è un ottimo 
regalo di Natale 
per cui con questa preparazione partecipo
 al contest 

http://www.acquaementa.com/contest-idee-da-regalare/



19 commenti:

  1. Ne avevo sentito parlare ma non avevo idea di come si facesse.Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. semplice da fare è molto versatile, ti farò vedere come io l'ho utilizzata

      Elimina
  2. Che geniale,bravissima!!!!! :-))
    Baci cara

    RispondiElimina
  3. Grazie per l'utilissimo post, davvero molto interessante:)
    baci
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie a te di esserci sempre, buona serata

      Elimina
  4. perfetta! io devo usare ancora i semi per i gelati ..prossimamente ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccellenti, li ho usati quest.'estate,buona serata

      Elimina
  5. Io ho acquistato la farina di carrube già pronta al negozio eco-bio e l'ho trovata fantastica!
    Mi piacerebbe provare a farla in casa ma da me le carrube non si trovano :-(
    la zia cOnsu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. hai ragione, è la prima volta che le vedo, purtroppo senza carrube devi accontentarti della farina comprata, un bacione

      Elimina
  6. Ciao Paola! Molto interessante questo articolo, io ho usato di recente la farina di carrube (comprata al biologico) per fare una crema spalmabile, molto buona! A quanto mi sembra di capire però questa ricetta l'hai presa dal blog "Arte in cucina". Nel regolamento esplicitiamo che bisogna partecipare con ricette di propria creazione... fammi sapere quanto di tuo c'è, altrimenti ti aspettiamo con le ricette che preparerai con questa meravigliosa farina di carrube fatta in casa!!

    RispondiElimina
  7. maria teresa del castillo28 luglio 2014 13:37

    buongiorno a tutti: interessante fare in casa la ricetta di farina di carrube visto che in Sicilia si trovano con facilità. Non capisco però il procedimento di congelare e poi bollire: bollendo non si inumidiscono e quindi la farina non resta umida? Grazie! Maria Teresa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vanno congelate e poi cotte nel forno non bollite,vado a precisare nel post,grazie

      Elimina
  8. Ciao Paola!!
    Ho giusto delle carrubbe a casa!
    Ma hai avuto difficoltà a tritare i semini, visto che sono durissimi?
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i semini ci ho messo un pò di tempo però alla fine ho ottenuto una polverina comodissima,l'ho tritati in varie riprese per non surriscaldare ilmixer,spero di essere stata di aiuto

      Elimina
  9. Quindi i semi si tritano separatamente dal resto del frutto. Ma poi si uniscono le due polveri ottenute? Oppure si utilizzano separatamente?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. i semi si tritano separatamente ed è molto più difficile e lungo ottenere la polvee,si utilizzano separatamente perchè hanno funzioni diverse.Il frutto è una noramle farina che può sostituire il cacao, il cioccolato e permette anche di usare meno zucchero,visto la dolcezza che rilascia,la farina di semi di carruba ha proprietà addensanti viene utilizzata per i gelati e le caramelle spero di aver chiarito i tuoi dubbi

      Elimina

ingredienti

acciughe aceto albicocche albume alcool alkermes amarene amido anguria o cocomero arancia arista aromi asparagi avena baccalà banana basilico bicarbonato bietole birra biscotto branzino brioche bucce di cavolo burro burro d'olio cacao caffè canditi carciofi carne carne tritata cavolfiore ceci cime di rapa cioccolato corn flakes crema crusca fagioli fagiolini farina farina di castagne farina ai 5 cereali farina di ceci farina di cocco farina di farro farina di mais farina di mandorle farina di riso farina di segale farina di semola farina Electa farina integrale fecola fichi formaggio formaggio spalmabile fragole frutta secca frutti di bosco fruttosio funghi gamberi gelatina glucosio grano grissini guanciale lasagna latte latte condensato latte di mandorla licoli lievito lievito di birra lievito madre secco mafalde maizena mandarini mandorle Manitoba marmellata marzapane mascarpone mela melanzane meringhe merluzzo miele mozzarella nocciole noce nutella olio olive orata orzo pan di spagna pancarrè pancetta pandoro pane pane grattugiato pane raffermo panna panna da cucina parmigiano pasta pasta brisee pasta di riporto pasta madre pasta per pizza pasta sfoglia patate pavesini pecorino peperone pere PESCE pesto petto di tacchino piadina piselli pizza polpo pomodoro prosciutto provola ricotta riso riso soffiato rum salmone salsiccia savoiardi semi semolino speck spinaci spumante tacchino tagliatelle tonno torrone uova uvetta verdura verdure verza vino vongole yogurt yogurt greco zafferano zenzero zucca zucchero zucchero di canna zucchina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...