sabato 30 marzo 2013

LA PASTIERA:OVVERO INNO ALLA PRIMAVERA

La Pastiera,accompagnò le feste pagane per celebrare l'arrivo 
della primavera.
L'uovo simbolo della vita;
il grano o farro usato durante le nozze romane.
La versione più recente fu inventata probabilmente, come
la maggior arte dei dolci napoletani, in un monastero,una 
suora volle simboleggiare la Resurrezione,aggiungendo 
il profumo dei fiori di arancio pianta presente nel  giardino
del suo convento.
Si dice che le suore del convento di San Gregorio Armeno
erano reputate maestre nella complessa manipolazione della 
pastiera e nel periodo pasquale ne confezionavano in gran 
numero per le famiglie patrizie e della ricca borghesia.
Oggi ognuno ha la sua ricetta di famiglia che reputa la migliore,
a mio giudizio sono tutte buone perchè è un dolce squisito 
che ti permette di fare piccole variazioni senza cambiare la 
sostanza.
La regola vuole che sia preparata  tra Giovedì santo  e Venerdì
per permettere agli aromi di amalgamarsi in un unico sapore,
a tavola viene presentata nella sua teglia caratteristica: alluminio 
leggero alta 3 centimetri circa e lì si taglia a fette poichè è molto 
fragile si rischia di romperla e anche se dovete regalarla lo si fa 
regalando anche la teglia.
(tratto da  "Il grande libro della Pasticceria Napoletana")
Vi do la ricetta, dopo un pò di storia passiamo al concreto
Ingredienti per la pasta frolla
300 gr di farina
150 gr di burro
150 gr di zucchero
3 uova

Preparate la pasta frolla anche qualche giorno prima
Formate con la farina una fontana sul piano di lavoro 
oppure mettetela nella planetaria
aggiungete lo zucchero, le uova
impastate per pochi secondi cercando di amalgamare
 le uova 
 infine aggiungete il burro morbido
impastate velocemente
formate una palla o un rettangolo( più comodo per stenderla)
mettetela in frigo a riposare per qualche ora.

Dal barattolo del grano F.lli Rebecchi ho preso la ricetta
per il ripieno e per la farcia
Ingredienti per la cottura del grano
1 barattolo di grano (circa 500 gr)
250 gr di latte
1 cucchiaio di zucchero
1 pizzico di sale
limone grattugiato
1 fialetta ai fiori d'arancio
Preparazione

In una pentola versate il grano 
e tutti gli ingredienti mensionati sopra
lasciate cuocere fino a completo assorbimento del liquido
si formerà una cremina, va benissimo,
lasciate raffreddare
nel frattempo preparate la farcia
ingredienti per la farcia
500 gr di ricotta di pecora
6 tuorli
500 gr di zucchero io 300 gr
70 gr di macedonia di canditi
2 bustine di vanillina
la scorza grattugiata del limone
la  fialetta di fiori d'arancio
preparazione della farcia

mescolate tuorli e zucchero aggiungete gli aromi 
ed infine la ricotta a parte mescolata
aggiungete adesso il grano freddo
mescolate bene
in alcune ricette si aggiungono gli albumi a neve
 io non l'ho fatto perchè la crema che si è formata 
è già abbastanza morbida
Riprendete la frolla che stenderete su un piano infarinato
foderate con essa  una teglia  precedentemente imburrata
livellate eliminando gli eccessi di pasta frolla
versate tutto il contenuto
se avete aggiunto gli albumi ve ne avanzerà un pò per fare 
una crostatina piccola
livellate il composto
con il rimanente della frolla stesa tagliate delle strisce 
e coprite la pastiera creando la caratteristica grata più 
o meno larga, di solito la mia grata è più larga per mettere in 
evidenza il ripieno, quest'anno mi è venuta stretta, va bene
 comunque.
In forno a 180° per 60 minuti
la mia è stata 60 minuti + 20 minuti
comunque fino a quando non si colora abbastanza

lasciate raffreddare e spolverizzate con zucchero a velo
aspettate qualche giorno prima di tagliarla almeno 1 giorno
N.B: ho cambiato le foto queste sono migliori rispetto alle precedenti 
BUONA PASQUA A TUTTI

venerdì 29 marzo 2013

COLOMBA CON LIEVITO MADRE ESSICCATO



Ho preso la ricetta della colomba da Federica un blog

molto bello, pieno di idee, vi consiglio di andare a 

vedere.

Federica usa la macchina del pane , io ho usato la 

planetaria . 

Per prima cosa si prepara un lievitino con:

120 gr di  Manitoba


50 gr lievito madre essiccato


12 gr zucchero


140 gr di latte tiepido.

lascio lievitare 1 ora in un luogo caldo


poi unisco in ordine:


400 gr di Manitoba


100 gr farina 00


180 gr latte


180 gr zucchero


 semi di  vaniglia

100 gr di uova sbattute (peso senza guscio)


1 tuorlo io 1 uovo intero


1 cucchiaino colmo di miele io 2 cucchiaini di miele 

Rigoni di Asiago


140 gr burro


14 gr sale


 lascio lievitare 1 ora e mezza

riprendo l'impasto nonostante non sia lievitato molto 

lo lavoro a mano e lo metto nello stampo

lasciar lievitare altre 2 ore

visto che l'impasto non è lievitato lo lascio tutta la 

notte, coperto al caldo

al mattino quando ormai credevo di dover gettare via 

tutto, apro il forno e..................sorpresa la teglia è 

piena la colomba è super lievitata

prima di infornare metto la glassa cospargo di 

mandorle, zucchero in granella

Infornare a 180 gradi per 10 minuti io per 30 minuti

poi abbassato a 160 gradi per  altri 30 minuti

fare prova stecchino 



Glassa: mescolare 100 gr di farina di mandorle e 

100 gr di zucchero a velo  unire l'albume necessario a 

rendere un composto denso.


Dopo sfornata l'ho avvolta in 2-3 strofinacci e 

capovolta fino a completo raffreddamento 

normalmente si infilza la colomba con due stecchi e si 

capovolge il mio stampo non è di carta ma di ferro 

quindi non potendo infilzarlo ho trovato quest'altra 

soluzione.




mercoledì 27 marzo 2013

CARCIOFI ALLA ROMANA

Ingredienti
6 carciofi
prezzemolo
olio
sale
Preparazione
Togliere le foglie esterne dure ed il gambo
aprire il centro e togliere il fieno con un cucchiaino
tagliare il prezzemolo
al centro mettere prezzemolo e sale
chiudere con un pezzo di gambo
appoggiare sottosopra in una casseruola che li contenga
versare sul fondo dell'olio
far cuocere per 5-6 minuti
aggiungere l'acqua fino a coprirli lasciando fuori il gambo
far cuocere fino ad asciugare l'acqua.
servite
N B: si dovrebbe aggiungere 1/2 bicchiere circa d'olio
io non l'ho fatto chi non è abituato a mangiare con meno olio
lo  aggiunga.



martedì 26 marzo 2013

TARALLI DOLCI DA INZUPPO PER PASQUA


Ricetta tipica napoletana si preparano questi taralli dolci per al colazione di Pasqua ma anche per la merenda da mangiare così secchi.
INGREDIENTI
500 gr di farina
3 uova
300 gr di zucchero
io ne ho messo 200 gr
1/2 limone premuto
100 gr di burro
1/2 bicchierino di liquore
io ho messo il limoncello
1 bustina di lievito per dolci
un pò di latte
per guarnire
zucchero
1 uovo
Preparazione

In una ciotola oppure sul piano di lavoro versate la farina, lo zucchero, le uova, il limone ed il liquore
in un bicchiere versate due dita di latte e la bustina di lievito
fate schiumare
versate la schiuma sull'impasto
impastate tutto
prendete dei pezzi che arrotolerete e appoggerete sulla teglia ricoperta di carta forno
appiattitele leggermente
passate con un pennello l'uovo sbattuto e poi coprite con lo zucchero
in forno a 170° per 30 minuti
BUONI DA INZUPPARE

                            Partecipo al contest

http://cultura-del-frumento.blogspot.it/2013/09/i-biscotti-della-tradizione.html

sabato 23 marzo 2013

QUICHE CON MELANZANE E SOGNO DI PROVOLA


INGREDIENTI


1 rotolo di pasta brisee o sfoglia

2 melanzane tonde
1 mozzarella o provola
qualche pomodorino
sale
olio
aglio
origano

Preparazione


Stendete la pasta

In una padella fate cuocere le melanzane a cubetti con aglio, olio, origano, sale e pomodorini
versate le melanzane cotte sulla pasta, dopo aver tolto l'aglio
aggiungete la mozzarella sognando che sia provola
in forno a 220° per 20-30 minuti.

Tagliate a spicchi e servite.

mercoledì 20 marzo 2013

COLOMBA CON RICOTTA E MIELE

Non ho mai mangiato un dolce così morbido lo so che le mie foto sono poco accattivanti
ma vi assicuro questo cake a forma di colomba è semplicissimo
 allo stesso tempo morbidissimo. 
Ottima per la colazione di PASQUA
Vi do la ricetta:

150 gr di farina 00
50 gr di maizena
3 uova
250 gr di ricotta
60 gr di fruttosio
oppure 120 gr di zucchero
5 cucchiai di miele Rigoni miele di arancio bio biologico
70 ml di olio di semi di arachidi
1 bustina di lievito
zucchero a granella
meringhe sbriciolate
Preparazione

Montate le uova, lo zucchero ed il miele fino ad avere un composto gonfio e bianco
aggiungete la ricotta
e poi le farine ed il lievito
incorporate il tutto ed infine aggiungete l'olio
mescolate.
Imburrate una teglia versate il composto
 coprite con zucchero in granella
in forno a 180° per 45 minuti
se scurisce troppo coprite con un foglio di carta forno.
Coprite con le meringhe  sbriciolate.

                      Servite: è morbidissima, ottima con il tè  


Con questa ricetta partecipo al contest  DI RIGONIASIAGO 


E AL CONTEST UN DOLCE AL MESE


lunedì 18 marzo 2013

ZEPPOLE FRITTE E AL FORNO

zeppole fritte

zeppole al forno
Bisogna fare le zeppole sennò che San Giuseppe è?
Cerco nel libro delle ricette di Napoli
alla pagina Zeppole vi sono.
zeppole semplici, zeppole di San Giuseppe
zeppole.al forno, zeppole fritte, zeppole............
Gli impasti sono tantissimi
io preferisco 
le zeppole di pasta choux
quelle che preparava mia mamma
l'unica della sua famiglia ad avere tanta pazienza
ed io come lei le preparo ogni anno
si possono fare sia fritte che al forno
ovviamente fritte sono più buone
ma io ormai da sempre le preparo fritte 
 qualcuna la faccio al forno.
Che goduria!!!!!!
Mannaggia alla benedetta dieta che non si riesce a fare
se mi viene il diabete saranno dolori
Basta chiacchierare
vi posto la ricetta
Ingredienti

acqua 1/2 litro 
400 gr di farina 
6-7 uova
una noce di burro
sale
per la crema
3 tuorli
3 cucchiai di zucchero
3 cucchiai di fecola
1/2 litro di latte
marmellata di amarena
Preparazione
Mettete in una pentola l'acqua con il burro ed il sale
quando bolle aggiungete in un colpo solo la farina
mescolate in modo energico per 10 minuti
lasciate raffreddare
in una planetaria
versate il composto e una alla volta le uova
aggiungendo la successiva va aggiunta solo quando la precedente è stata assorbita


versate il composto in un sac a poche con bocchetta a stella

PER QUELLE AL FORNO:

sulla carta forno formate dei cerchi distanziandoli tra loro 
in forno a 200° per 25-30 minuti

PER QUELLE FRITTE:

ritagliate dalla carta forno tanti cerchi
su cui appoggerete gli anelli di pasta choux
mettete sul fuoco una teglia capiente con l'olio 
quando a raggiunto la giusta temperatura
appoggiate nell'olio dopo un pò la carta si staccherà
toglietela
lasciate cuocere
dopo un pò giratele dall'altro lato, lasciate dorare
scolate e appoggiate su carta assorbente.
Prepariamo la crema
Mescolate in una pentola i tuorli, lo zucchero e la fecola
aggiungete il latte a fino
le bucce di limone
posizionate  sul fuoco a fiamma dolce
sempre girando portate a cottura
lasciate raffreddare
versate  in un sac a poche la crema.

Coprite con due riccioli di  crema
le zeppole sia fritte che al forno
sopra ogni zeppola posizionate un'amarena
volendo si può spolverizzare lo zucchero a velo.

BUON SAN GIUSEPPE

BUONA FESTA DEL PAPA'

domenica 17 marzo 2013

biscotti con la marmellata di amarena





ingredienti
500 gr di pasta frolla
marmellata di amarene q.b.
preparata da me in casa
nutella q.b.
zucchero a velo

Preparazione


stendete la pasta frolla

ricavate due rettangoli
farciteli  uno con nutella
stendendola fino a ricoprire tutta la superficie
l'altro con marmellata di amarena 
da stendere su tutta la superficie della frolla
arrotolate
         appoggiate sulla carta forno posizionata su una teglia
in forno a 180° per 30 minuti
tagliate a fette
lasciate raffreddare
                  spolverizzate con abbondante zucchero a velo

sabato 16 marzo 2013

PIZZA CON LIEVITO ISTANTANEO: CON VARIANTI

Per una merenda veloce e salata
pizza margherita con lievito istantaneo
la ricetta è dietro la bustina di lievito Paneangeli Pizzaiolo
INGREDIENTI 
per 4 tranci

300 gr di farina

sale
2 cucchiaio di olio EVO
1 cucchiaino di zucchero
1 bustina di lievito Paneangeli Pizzaiolo
per la copertura

pomodoro

olio
sale
variante
verdura saltata
carciofi crudi tagliati sottili e mozzarella a fette

PREPARAZIONE

Mescolate la farina con lo zucchero, l'olio, il sale
il lievito.
Impastate tutto fino ad ottenere un composto omogeneo
dividetelo in 4 palline
stendete ogni pallina
 cuocete in una padella antiaderente bollente
o in forno
dopo qualche minuto girate e fate cuocere l'altro lato
poggiate in un piatto e coprite con sugo di pomodoro cotto qualche minuto con olio, sale eolio
volendo potete arricchire con parmigiano grattugiato.
Buona merenda


VARIANTI: può andar bene anche per una cena informale accompagnata da  un  piatto di salumi ed insalatina fresca .
una piccola pizza l'ho farcita con le verdure per fare un saccottino
pizza veloce con carciofi e mozzarella:
stendete la pasta appoggiatela sulla piastra del forno
sopra appoggiate i carciofi tagliati a fette sottili precedentemente lavati nell'acqua acidula con limone per evitare che si anneriscano
poggiate sopra le fettine di mozzarella
in forno a 220° per 20 minuti


pizza bianca:
stendete la pasta appoggiatela in una teglia oliata
mescolate in una ciotola olio, sale e acqua
spennellate tutta la superficie con questo composto
inforno a 220° per 20 minuti



venerdì 15 marzo 2013

CARCIOFI IN INSALATA

INGREDIENTI
2-3 carciofi a persona
limoni 2-3
olio q.b.
sale
parmigiano a scaglie
preparazione
tagliate le foglie più dure ai carciofi
tagliare le parti dure
tagliate a fette sottili i carciofi
mettete i carciofi in acqua e limone
dopo 30 minuti circa
sgocciolateli
posizionateli in una ciotola di servizio
aggiungete olio, sale limone e parmigiano
girate più volte
servite



giovedì 14 marzo 2013

torta al limone di Sara


INGREDIENTI


180 gr di farina

225 gr di zucchero io 100 gr di fruttosio
125 gr di maizena
3 uova
150 ml di olio di semi io 100 ml di olio EVO e 80 gr di yogurt bianco
150 ml di latte
1 bustina di  lievito
2 limoni premuti
io 1 bicchierino di liquore limoncello
 (fatto da me con i limoni di Sorrento)
per farcire
marmellata di limone Fiordifrutta  Rigoni di Asiago 


Preparazione
Io ho mescolato uova e zucchero, Sara potete vedere qui dice di mescolare tuorli e zucchero e poi alla fine aggiungere gli albumi a neve.
Ho aggiunto latte, olio e yogurt,succo di limone io liquore, farina, maizena e lievito.
           Ogni volta che aggiungevo un alimento mescolavo
Imburrate una teglia di 24 cm
versatevi  il composto
 in forno a 170° per 40-45 minuti.

                        Ho farcito qualche fetta con marmellata
                        Fiordifrutta Rigoni di Asiago al limone.
                                           BUONISSIMA

                                      partecipo al contest 
http://cremaepanna.blogspot.it/2013/03/secondo-contest-limoni-amo.html

dall'archivio idee adatte alla stagione

La tarte mediant

ecco ci siamo il periodo più in.... dell'anno insostenibile per alcuni, inebriante per altri incasinato,in......qui aggiungete tu...